Letture del mese: Maggio 2019

Come forse avrete notato, ultimamente sto pubblicando a settimane alterne, principalmente perché sto lavorando tanto a progetti personali e ho meno tempo da dedicare al blog. Ma non per questo sparisco, anzi, eccomi qui con le letture di maggio…

The help di Kathryn Stockett. Un romanzo che mi ha fatto riflettere tantissimo sulle contraddizioni passate e quindi mi ha anche spinta a cercare quali contraddizioni ci siano oggi nella nostra società. Il libro è ambientato negli anni ’60, in una città del sud degli Stati Uniti e vede come protagoniste delle cameriere di colore a servizio di signore bianche. I toni ironici alleggeriscono un tema che altrimenti sarebbe davvero insopportabile.

L’ultimo Catone di Matilde Asensi. Suor Ottavia, una studiosa di antichità che lavora in Vaticano, si ritrova coinvolta in una ricerca riguardo ad una sera segreta all’interno della comunità cristiana. La storia segue indagini ed indovinelli a volte ben conteggiati, sulle orme della Commedia di Dante. I riferimenti a Dante erano praticamente sempre corretti, un po’ strane mi sono sembrate alcune pratiche legali e alcuni lati dei personaggi. Inoltre il libro alla lunga mi è sembrato ripetitivo, perché per quanto le prove variassero, avevano sempre lo stesso schema. Comunque è stato un libro molto interessante.

Death Note, volumi I e II, di Tsugumi Ōba e Takeshi Obata. Una serie che d’ora in poi mi accompagnerà per un po’. Si tratta di un manga in dodici volumi, che mi ha stupito per la complessità e la profondità (ho visto mesi fa le prime puntate dell’anime, ma ora ho deciso di leggere prima il manga). Riuk, uno degli dei della morte, per noia lancia sulla Terra il suo quaderno per vedere cosa succede. Lo trova un ragazzo molto intelligente, Light Yagami, che dopo aver letto le regole che vi sono scritte, dovrà decidere se e come usarlo e soprattutto di convivere con la sua scelta. Le regole base del quaderno sono semplici: se qualcuno scrive sul quaderno il nome di una persona, conoscendone l’aspetto, la persona indicata morirà. Come usare questo potere?

Ecco le mie ultime letture. Tutte ottime, a parte il romanzo della Asensi che mi ha un po’ delusa. Voi cosa ne pensate? E cosa avete letto?

Fabiana

P.S. Ho scritto una raccolta di racconti, in cui oggetti tanto quotidiani quanto bizzarri prendono la parola per raccontare il loro non semplice rapporto con gli esseri umani, dimostrando di essere in grado di provare emozioni, gioie e paure. Oggetti capaci di rivelare più umanità di quanto si possa credere e che affrontano i problemi quotidiani da un punto di vista del tutto inusuale. Ve ne parlo bene in questo articolo.

Potete leggere un’anteprima e eventualmente prenotare una copia per sostenermi nella campagna di crowdfunding da questo link: Oggetti in persona. Se prenoterete una copia avrete un libro in omaggio tra quelli offerti dalla casa editrice. Se non ve la sentite di fare l’investimento di prenotare una copia, potete utilizzare il nostro link di affiliazione amazon, voi non spenderete nulla in più, ma la commissione che amazon ci darà verrà utilizzata per il mio progetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...