“Ally nella tempesta” di Lucinda Riley

La lettura di questo libro è stata controversa, il precedente libro di questa saga l’ho divorato in pochissimo tempo ed avevano fatto una recensione entusiasta e quindi presa dall’entusiasmo avevo subito comprato su Amazon il secondo libro, ma purtroppo non riuscivo ad ingranare.
Ally non mi stava conquistando come Maia, l’immagine di lei era troppo perfetta, troppo abituata ad ottenere successi.
Un eccellente velista donna in un mondo a dominazione maschile e poi bravissima a suonare, oltre descritta come molto bella come tutte le altre sorelle, di certo non erano i presupposti affinché potesse essere un personaggio d’amare.
Premesso, non ha fatto nulla per essere antipatica nel libro, ma bella, capace nello sport e nelle arti, intelligente e brillante la facevano risultare un pochino finta ai miei occhi.

Questo ha fatto si che proprio non riuscissi a entrare nel pieno del libro, inoltre al primo colpo di scena (non spoilero, ma ad Ally succede una grande tragedia) ero quasi tentata di abbandonarlo li, mi sembrava banale e quasi forzato, e così ho fatto per un paio di mesi.

Avevo scelto di non proseguire fino a quando per strane vie del destino il Kindle mi si è riaperto su questo libro e ho provato a dargli una seconda possibilità.

In seguito alla tragedia che sconvolge la sua vita, Ally decide di abbandonare per sempre la vela, ed avendo anche lei ricevuto le coordinate del suo luogo di nascita decide i scoprire il suo passato.
Manda a tradurre un libro che le ha lasciato Pa’Salt e qui scopre che la sua discendenza affonda le radici nel nord Europa e precisamente in Norvegia.
Da qui ho iniziato a divorare il libro, dal momento in cui la storia si Ally si intreccia con quella della sua antenata Anna Landvik,  cantante d’opera che proviene da un’umilissima e devota famiglia e che grazie al suo splendido dono trova un mecenate che la introduce nei teatri più prestigiosi ma da cui scappa quando riceve una proposta di matrimonio, sposandosi con un violinista che non la ricambia e che così preoccupato della sua carriera non esita a prendere scorciatoie fino ad arrivare ad abbandonarla.
Ma la forza di questa donna, la fa sopravvivere a terribili dolori e grandi sofferenze, ma non si arrenderà e diventerà una delle più grandi cantante d’opera della sua epoca. Anna è forte, intelligente, indipendente e risoluta in un epoca in cui le donne non contavano molto.
La storia di Anna mi ha rapito e mi ha dato lo sprint per continuare a leggere il romanzo, fino a farmi appassionare alla sua storia che purtroppo la Riley ad un certo punto tronca, lasciandomi un pochino di amaro in bocca.

Ally, scoperta la storia di Anna inizia a cercare i suoi parenti più prossimi e scopre la storia della sua famiglia attraverso gli anni.
Viene a conoscenza che il nipote di Anna fugge dalla Francia verso la natia Norvegia, con quella che diventerà sua moglie che ha origini ebree durante le persecuzioni razziali e trova il suo padre biologico e scopre di avere un fratello.
Lo so sul fratello ho fatto uno spoiler, ma era necessario per concludere la recensione, ma c’è un altro spoiler a fine libro che non vi racconto.

Il romanzo finisce con un concerto che riunisce tutti i discendenti di Anna.

Sebbene l’inizio sia un pochino ostico e per certi aspetti il finale sia troppo “sbrigativo” è un romanzo molto carino.
La scrittrice ha la maestria di farti attraversare luoghi e spazi con la sua scrittura: il romanzo che narra del mare delle isole Greche ti porta nei fiordi Norvegesi, fa un “salto” nella Germania di fine Ottocento e nella Parigi invasa dai nazisti e tutti con una tale bravura che ti sembra di essere lì.

Qualcuno di voi l’ha letto?
Vi lascio il link ad amazon e lo spazio sotto è per i vostri commenti.

Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...