Libri a tema #12: opere teatrali

Questo mese non è uscito l’articolo sulle letture del mese di Settembre perché ho letto solo un libro, quindi farò un articolo unico di settembre e ottobre, in cui sto già leggendo di più. Così questo mese avremo due post sui libri a tema: uno dedicato a Jules Verne e ora uno dedicato alle opere teatrali.

Io trovo che leggere un’opera teatrale sia sempre molto emozionante. Anche se è una lettura incompleta (in quanto il teatro non è fatto solo di parole, ma per la maggior parte è creato dall’attore), è sempre incalzante, travolgente e molto veloce. I dialoghi si susseguono senza descrizioni, così personaggi prendono facilmente vita.

Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, la mia lettura più recente e tra le più famose dell’autore. Una vicenda difficile da riassumere, in quanto composta da un triangolo amoroso i cui equilibri vengono modificati da creature magiche; la preparazione di uno spettacolo teatrale e alcune divagazioni sulla regina e il re delle fate. È una trama complessa, molto complessa e con molti più personaggi delle altre opere teatrali. È comica e, nelle scene meta-teatrali, davvero interessante.

La trilogia della villeggiatura di Carlo Goldoni, composta da Smanie per la villeggiatura, Le avventure della villeggiatura e Il ritorno dalla villeggiatura. La famiglia di don Gasparo preme per passare l’estate in villeggiatura in campagna, per riposarsi ma ovviamente anche per seguire l’alta società veneziana. Goldoni riflette sullo sperpero delle ricchezze per seguire la moda di andare in villeggiatura, ma anche la moda in generale. Racchiude in questa trilogia la grande ipocrisia tipica della nobiltà, l’ambizione ad un matrimonio e ovviamente anche l’amore, l’amore tra i ricchi e l’amore tra la servitù. Una lettura che mi ha lasciato un ricordo molto piacevole, anche se l’ho letto per un esame.

La locandiera di Carlo Goldoni, la sua opera più famosa, e anche molto comica. Al centro e dominatrice della vicenda c’è Mirandolina, proprietaria di una locanda, corteggiata da molti uomini. E, quando arriva un uomo che sembra disprezzarla, lei decide di farlo innamorare di sé, per divertimento. Lungi dall’essere una commedia romantica, l’autore fa molta ironia sulla situazione della antica nobiltà veneziana in decadenza e dell’alta borghesia in ascesa. Il personaggio di Mirandolina, anche se non è lodevole nel comportamento, è comunque una donna intelligente, indipendentemente e intraprendente, un personaggio unico nella letteratura.

Novecento di Alessandro Baricco. Vi ho già parlato di questa opera altre volte, ma non potevo non inserirlo in questo articolo. Si tratta di un monologo teatrale che racconta la storia di Novecento, un uomo nato su un transatlantico che è diventato un musicista unico. Baricco, poi, utilizza le parole di Novecento sulla musica per parlarci anche della vita, della sua grandezza e di quello che dobbiamo imparare a lasciare andare per essere felici e lasciare questa vita senza rimpianti.

Lisistrata di Aristofane. Una commedia antica ma che ho trovato molto divertente. Lisistrata, insieme ad altre donne greche, decide di indire uno sciopero del sesso finché i loro mariti non smetteranno di fare la guerra. I toni sono forti e le loro frasi molto esplicite; le donne sono sanguigne, forti e determinate, soprattutto Lisistrata. Ovviamente si tratta di una storia utopica, ma comunque molto divertente.

Edipo a Colono di Sofocle. Ho scelto di parlarvi di questo perché è l’ultimo che ho letto, ma consiglio tutte le tragedie sulla famiglia di Edipo (per ora ho letto anche il Edipo re e Antigone). Siamo dopo la fine di Edipo re, ed Edipo sta cercando una città che lo ospiti. Le città lo temono per la sciagura che porta, ma la profezia dice anche che la città che avrà le sue spoglie sarà invincibile. Ciò che più mi è piaciuto di questa opera è la figura di Edipo, matura e consapevole del proprio destino, lo accetta, anche se spiacevole.

Voi amate leggere opere teatrali? Vorreste consigliarne qualcuna a me o agli altri avventori di questo blog? Fatecelo sapere nei commenti…

Fabiana

Sogno di una notte di mezza estate
Trilogia della villeggiatura:
Le smanie per la villeggiatura
Le avventure della villeggiatura
Il ritorno dalla villeggiatura
La locandiera
Novecento
Lisistrata
Edipo a Colono

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...