Letture del mese: Aprile 2018

20180430_142049-1.jpg

Facendo un bilancio di aprile, mi sembra che sia volato, tra una festa e l’altra. Questo mese sono riuscita a finire due serie che mi trascinavo da un po’, così da poterne iniziare altre che mi incuriosiscono molto. Dire che le trascinavo non è un complimento, in effetti, ma vale solo per Le cronache del ghiaccio e del fuoco (di cui vi ho fatto una recensione), mentre Il ciclo delle fondazioni l’ho letto molto volentieri.

epub9788852062278
Fonte Mlol Varese

Gli amori difficili di Italo Calvino. Una raccolta di racconti che hanno il filo comune di avere al loro interno una storia d’amore, più o meno esplicita o importante. In alcuni l’amore è il centro della narrazione, in altri semplicemente un contorno. Sono per lo più vite comuni e per questo non mi ha entusiasmato molto, anzi, in alcuni casi mi ha proprio annoiata. Due mi sono piaciuti molto: Avventura di un miope e Avventura di due sposi.
Voto: ★★★☆☆

Fondazione e Terra di Isaac Asimov, ultimo libro del Ciclo delle fondazioni, di cui vi ho fatto una recensione. Questo libro è stata un’ottima conclusione di entrambi i cicli, perchè di nuovo Asimov è riuscito a parlare del futuro lontanissimo delle fondazioni, strizzando l’occhio al Ciclo dei robot (di cui vi ho fatto una recensione). La storia è incentrata sulla ricerca della Terra, il pianeta originario dell’umanità, che sembra scomparso da tutte le mappe della galassia. Lungo il percorso incontriamo alcune popolazioni umane che si sono sviluppate in pianeti diversi, ognuna con le sue idiosincrasie, che l’autore è bravissimo a delineare. Verrà risolto il mistero di Solaria, lasciato in sospeso in I robot e l’impero. Queste serie mi mancheranno e voglio continuare a leggere questo autore unico, però il finale mi ha lasciata con un po’ di amaro in bocca, perchè fa rivalutare l’intero significato della fondazione.
Voto: ★★★★☆

La danza dei draghi di George R. R. Martin. Devo ammettere che mi fa strano non aver più da leggere nulla di questi personaggi, perchè alla fine mi ci sono affezionata, ma sono molto contenta di aver finito i libri (inoltre ho finito un altro libro di #liberaloscaffale2018). Come in Il banchetto dei corvi (di cui vi ho parlato in Letture del mese: Novembre 2017) ho avuto la netta impressione che l’autore allungasse la narrazione senza avere nulla da dire e concentrasse solo negli ultimi capitoli gli eventi importanti, così da preparare i colpi di scena finali, su cui chiudere il libro; e questo non mi è piaciuto, non mi sembra un comportamento leale nei confronti dei lettori. Ho fatto una recensione sull’intera serie, così da poter parlare in modo più approfondito dei lati positivi (perchè ce ne sono molti) e negativi di questi libri.
Voto: ★★☆☆☆

E voi cosa avete letto questo mese? Cosa ne pensate delle mie letture? Come sempre, qui sotto vi lascio i link ad amazon dei libri di cui vi ho parlato.

Fabiana

P.S. Cosa pensano di noi gli oggetti con cui viviamo ogni giorno? Cosa possono pensare le opere d’arte o i reperti storici?

Nella mia raccolta di racconti potrete vedere il loro punto di vista e scoprire le differenze tra il loro mondo e il nostro, in un gioco narrativo che, attraverso svariati indizi, rivela poco alla volta l’identità del soggetto parlante. Ve ne parlo bene in questo articolo.

Potete contribuire a questo progetto prenotando una copia da questo link: Oggetti in persona oppure gratuitamente dal nostro link di affiliazione amazon, voi non spenderete nulla in più, ma la commissione che amazon ci darà verrà utilizzata per il mio progetto.

Gli amori difficili

Fondazione e Terra (disponibile solo usato)

La danza dei draghi

3 commenti

  1. ad aprile cosa ho letto… sai che non ricordo… credo LA STRADA di McCarty e Donne di Bukowski
    adesso sto leggendo UNA STANZA PIENA DI GENTE… un romanzo incredibile

    Comunque Calvino lo adoro! ignoravo dell’esistenza di questa raccolta devo provvedere!!

    "Mi piace"

  2. […] Come Tolkien, Martin ha creato un mondo particolareggiato e praticamente perfetto. La cartina all’inizio del libro comprende tantissime città, anche quelle appena nominate, e in fondo ci sono tutti gli alberi genealogici delle famiglie nobili, anche ogni membro l’infinita famiglia dei Frey. Martin ha creato davvero un mondo nei suoi libri. Tuttavia la scrittura è lenta per tutta la durata dei romanzi, la tensione si alza solo alla fine dei capitoli, per creare attesa nel lettore, e soprattutto alla fine dei romanzi. Ma nelle altre centinaia di pagine ci sono molti capitoli in cui succede talmente poco, che la storia complessiva si potrebbe riassumere solo con l’inizio (quando risolve i colpi di scena del libro precendente) e la fine dei singoli romanzi. Questo stile mi ha delusa molto, non lo nego e, se mi seguite da un po’, avete letto cosa ho pensato del quarto libro e del quinto nelle letture del mese di Novembre 2017 e Aprile 2018. […]

    "Mi piace"

Rispondi a Letture del mese: Marzo 2018 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...