Stecche di pane all’olio d’oliva e con pomodorini

La bellezza di fare il pane, è impagabile.

Prendetersi del tempo per fare il pane, impastare acqua, farina ed altri ingredienti ha qualcosa di magico.

Il pane richiede tempo e pazienza, la pazienza di attendere la lievitazione, ma verrete ripagati con un profumo meraviglioso che inebria la casa e il sapore del pane appena sfornato non ha pari e non ha eguali.

Purtroppo, non riesco a fare il pane in casa quanto vorrei, ma quando capita dura veramente poco. Lo mangiamo velocemente e se mi capita di dover andare a cena lo porto come dono agli altri invitati e vi assicuro che nessuno è mai rimasto deluso.

La ricetta di partenza viene da misya.info, io l’ho solo modificata leggermente, quindi per l’originale consultate il sito, per la mia versione leggete di seguito.

stecche

INGREDIENTI per 4 stecche:
100 gr. farina di semola rimacinata
200 gr. farina 0
100 gr. farina di manitoba
350 gr. acqua tiepida
4 gr. di sale
1 cucchiaino di zucchero di canna
8 gr. di lievito di birra
olio q.b.
sale grosso qb.
pomodorini Pachino per decorare

PROCEDIMENTO

In una ciotola capiente versare l’acqua e scegliervi il lievito insieme allo zucchero. A questo punto aggiungere le farine e sopra le farine mettere il sale fino (fate attenzione che il sale non venga in contatto diretto con il lievito).

Mescolate con un cucchiaio di legno; si otterrà un impasto molto appiccicoso e ruvido. Non vi preoccupate, è giusto così. Coprire la ciotola con una pellicola trasparente e fate lievitare per circa due ore in un luogo tiepido ed al riparo dalla corrente.

Passato il tempo, l’impasto sarà raddoppiato ed è pronto per la successiva fase di lavorazione. Sul piano di lavoro stendete della pellicola (abbastanza ampia da contenere l’imposto rovesciato) e ungetela con dell’olio evo e rovesciate l’impasto. Fate le “3 pieghe” al fine di ottenere un rettangolo e poi rifarle nuovamente, per un totale di due volte. Cospargete con olio evo e sale grosso. Coprite di nuovo con della pellicola e fate lievitare per circa un’oretta.

Poco prima della scadenza dell’ora accendete il forno a 230 gradi. Passato il tempo con molta calma tagliate l’impasto in 4 pezzi sul lato lungo, in modo da ottenere quattro “filoncini” e poi delicatamente disponeteli su una teglia foderata di carta forno. Io ho tagliato e separato i filoncini sulla pellicola unta e poi li ho rovesciati delicatamente tutti insieme sulla carta forno e li ho riseparati di nuovo.

Spennellare con filo d’olio la superficie e su due delle 4 stecche ho messo i pomodorini pachino tagliati a metà spingendoli bene nell’impasto affinché non scappassero in cottura. Infornare in forno caldo ed abbassare a 200 gradi (il mio forno tende a bruciare, valutate la cottura con il vostro) e cuocete per circa 15 minuti o fino a quando non saranno belli dorati. Lasciar raffreddare e buon appetito!

Simona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...